Tornei Serali di Circolo

SMTMFI4: I VINCITORI E LO SCONFITTO

L’ultimo appuntamento di questa manifestazione ha registrato 7 partecipanti al via, con la presenza di 2 CM. Sì, proprio così, a rovinare il piano diabolico di Poletti (dare una sonora lezione a tutti con un memorabile cappotto) è giunto un nuovo iscritto, che si è aggiudicato la Quarta Serata a punteggio pieno. Piccirillo Edoardo, infatti, ha vinto con 6/6, lasciandosi alle spalle Poletti Fausto fermo a 5/6, mentre sull’ultima piazza d’onore, con una vittoria all’ultimo turno sul suo diretto concorrente (il vicepresidente Testa Italo), è arrivato Migliorati Michele con 4/6.

Si completa così questo ciclo di tornei, che assegnava una Tessera Agonistica ed una Tessera Ordinaria, vinterispettivamente da Poletti Fausto e da Proverbio Stefano. Complimenti a loro da parte dello sconfitto: l’Asd Circolo Scacchi Ghedi ha, difatti, organizzato questa serie ti tornei perché, innanzitutto, tutti i soci avessero un’occasione in più per confrontarsi ed allenarsi in un’atmosfera agonistica, offrendo nel contempo la possibilità a tutti di agguantare almeno un premio. E’ un peccato che i soci non abbiano risposto positivamente.

Come sempre le sconfitte a scacchi aiutano a crescere, e noi cresceremo!

TABELLONE FINALE

CLASSIFICA FINALE

POS NOMINATIVO P pt P pt P pt P pt TOTALE
1. Poletti F. 10 4 10 6 10 4,5 9 5 58,5
2. Migliorati M. 9 4 5 2 9 3 8 4 44
3. Paglia A. 8 3 9 4 8 3 6 2 43
4. Testa I. 7 3 7 3 6 2 7 3 38
5. Proverbio S. 6 1 5 1 7 2,5 5 0 27,5
6. Gerli M. 5 0 6 2 5 0 5 1 24
7. Piccirillo E. = = = = = = 10 6 16
8. Geroldi A. = = 8 3 = = = = 11

SMTMFI4: TERZA SERATA SENZA MEMORIA

Sulla terza serata del “Se Mi Tesseri Mi Faccio in 4” si narrano leggende più o meno fondate. Qualcuno dice di non aver visto Poletti per tutta la sera e di averlo visto apparire, come per magia, davanti a sé solo nella classifica finale, redatta per giunta da un programma gestito dal Computer. Altri si sono chiesti se poi è così vero che questi Pc siano dei potenti calcolatori. Alcuni, poi, insistono nel volere raccontare una storia normale di partite giocate, vinte e perse, ma combattute senza mai arrendersi, con il coraggio tra i denti, come un pedone in settima, potente e ad un passo dal conquistare la gloria, ma fragile e circondato da tutte le acerrime forze nemiche.

C’è, infine, chi dice che quella sera si giocava a Scacchi e se ascoltavi bene sentivi il pensiero dello scacchista mentre rifletteva alla propria mossa. “Io non gioco a Scacchi. Io o vinco o muoio”.

TABELLONE FINALE

 

CLASSIFICA PARZIALE

POS NOMINATIVO P PT P PT P PT TOTALE
1. Poletti Fausto 10 4 10 6 10 4,5 44,5
2. Paglia Angelo 8 3 9 4 8 3 35
3. Migliorati M. 9 4 5 2 9 3 32
4. Testa Italo 7 3 7 3 6 2 28
5. Proverbio S. 6 1 5 1 7 2,5 22,5
6. Gerli Marco 5 0 6 2 5 0 18
7. Gerodli Alberto = = 8 3 = = 11

.

 

SMTMFI4: VITTORIE DI-VINO PER POLETTI

Nulla da fare per i 6 magnifici soci che hanno tentato di opporsi alla maestria dell’esercito guidato dal CM Fausto Poletti. Uno dietro l’altro hanno dovuto arrendersi. “Nulla è perduto, una battaglia non fa vincere la guerra” hanno dichiarato tutti, non nascondendo le ire belliggeranti promesse per il prossimo appuntamento dell’11 Novembre.

La cronaca del Torneo racconta del Presidente giunto secondo con 4 su 6, seguito da Geroldi Alberto con 3 su 6 che sopravanza per spareggio tecnico il Vicepresidente Italo Testa. Ottimo il risultato di Gerli Marco che chiude con 2 su 6.

 

TABELLONE FINALE

 

CLASSIFICA PARZIALE

POS NOMINATIVO P PT P PT TOTALE
1 Poletti Fausto 10 4 10 6 30
2 Paglia Angelo 8 3 9 4 24
3 Testa Italo 7 3 7 3 20
4 Migliorati Michele 9 4 5 2 20
5 Gerli Marco 5 0 6 2 13
6 Proverbio Stefano 6 1 5 1 13
7 Geroldi Alberto = = 8 3 11

SMTMFI4: POLETTI TENTA LA FUGA

serat ICoraggiosi, agguerriti, incuranti della notte che dipengeva a buio il giorno,  6 scacchisti ed un augusto spettatore hanno dato vita alla prima serata del Ciclo “Se mi Tesseri mi Faccio in 4”.

In un serratissimo girone all’italiana i partecipanti hanno partorito  cruente partite coperte da risate, facezie, sconfitte e vittorie. Alla fine, nonostante la battuta d’arresto con il Presidente, il CM Poletti Fausto giungeva sul gradino più alto del podio con 4 punti su 5, secondo per spareggio tecnico Migliorati Michele e terzo il Presidente che, con 3 su 5, aveva la meglio sul Vicepresidente per spareggio tecnico.

TABELLONE FINALE

 

CLASSIFICA PARZIALE

Pos Nominativo PT PTT Totale
1 Poletti Fausto 10 4 14
2 Migliorati Michele 9 4 13
3 Paglia Angelo 8 3 11
4 Testa Italo 7 3 10
5 Proverbio Stefano 6 1 7
6 Gerli Marco 5 0 5

IL SETTANGOLARE

torneo estate 2013 002Oramai in Italia non si parla d’altro. L’altro giorno, al Bar, mentre prendevo un caffé ho assistito alla conferma di tutto questo: 

“Hai visto ieri sera Zaza?”

“Chi?”

“Il Calciatore, no!!”

“Ma perché, in Italia, siamo bravi a giocare al Calcio?!”…

La discussione è continuata per oltre 15 minuti, quando il primo interlocutore, per far capire chi era questo tal Simone Zaza, ha dovuto inventare di sana pianta che era un lontano parente di Fabiano Caruana.

“Ma dai me lo potevi dire subito! Certo che sfortuna per il Nostro numero uno avere un parente che gioca con i piedi!!!”

E si l’Italia è ritornata ai tempi di Polerio e tutti i Circoli stanno riempendo chilometri di pareti con tutte le foto e le giagantografie dei Nostri più illustri scacchisti.

E noi del Circolo Scacchi Ghedi? A dire il vero non eravamo preparati a un tale evento e lì per lì siamo stati colti impreparati, sotto le critiche del Vice presidente che non si dava pace. Intanto si accalcava la folla alla porta del Circolo. Centinaia di neo-appassionati chiedevano a gran voce di apprendere tutti i segreti del “Nobil Giuoco”. Ma proprio quando qualcuno si accingeva a preparare tavoli e scacchiere (qualcun altro telefonava ai circoli più vicini per farsi imprestare dell’altro materiale), ecco che al Vice presidente veniva un’idea eccezionale per celebrare le 7 vittorie di fila del Nostro Magnus Caruana!!

“Fermi, gridava, fermi!! Facciamo un Settengolare!”

Così, scelti sette soci e ricacciata via la folla degli appassionati, sono seguti sei Turni di dura battaglia che non ha lasciato indenne nesuno. Il Vincitore è stato Alberto Geroldi con 5/6 che ha preceduto Poletti Fausto a 4,5/6, mentre sul gradino più basso del podio, incredulo, il nostro Vicepresidente con lo stesso punteggio.

CLASSIFICA SETTANGOLARE

A proposito sapete come è finita con quei due al Bar?

“Ma alla fine che ha fatto questa Nazionale?”

“Ha vinto 2-0! Grande!”

“Solo?! Caruana ha fatto 7-0!!”

 

SOCI, GRAN MAESTRI E TORNEI SERALI

 

Se il primo torneo serale con sistema Keizer era stato disertato dai soci, dagli scacchisti bresciani e persino snobbato da tutti gli scacchisti italiani fino ad arrivare (sic!) ai Grandi Maestri di tutto il mondo, la seconda chiamata alle scacchiere è stato un successo di proporzioni inattese e inaudite.

A dire il vero sembrava un altro martedì nel quale il presidente si cimentava con il classico solitario di carte, ma proprio nel mentre si accingeva a disfare le trecento scacchiere, ottimisticamente preparate prima, il primo a bussare alla porta del circolo era il CM Poletti che, scusandosi per l’assenza di qualche centinaio di martedì, proponeva al presidente una partita amichevole di riscaldamento.

Dopo aver messo otto Alfieri in presa, quattro Cavalli fuori gioco e lanciato pedoni sulla scacchiera come monetine all’aria, il presidente approfittava di uno scacco di Donna da du punti esclamativi e dopo solo 3 minuti di riflessione catturava l’impertinente Regina rimasta in presa!!

Ed ecco l’imponderabile! Proprio quando i due impavidi scacchisti stavano per cominciare la partita della rivincita, una marea di soci al completo si presentava al cospetto delle scacchiere disfatte per reclamare la loro partecipazione al Torneo. Rimesso tutto a posto e richiamato all’ordine il Vicepresidente che continuava a giocare lampo a ripetizione, si stava per dare il via alle battaglie sulle scacchiere quando risuonava ininterrottamente il citofono del Circolo ed entravano nella sala neanche uno degli scacchisti bresciani ma solo campioni del nostro nobil giuoco! Kramnik, Brunello, Anand, Aronian, Topalov, Svidler ecc….

A questo punto, dopo il panico iniziale, l’arbitro Migliorati, sfruttando le sue competenze di geometra soppalcava immediatamente l’alta sala e decideva di trasformare il torneo in una manifestazione ad eliminazione diretta con tempo di riflessione decrescente ad ogni turno!

Il torneo aveva così inizio, con il rammarico dell’assenza del beniamino italiano Caruana! Al primo turno la partita più bella era la Paglia-Poletti che vedeva il presidente condurre un attacco da matto vincente quando lo squillo del telefono gli imponeva la sconfitta a due mosse dal matto!! Una eliminazione quanto mai opportuna: al telefono era proprio Fabiano che si lamentava dell’invito non ricevuto e che immantinente sarebbe arrivato da Madrid a dar battaglia agli scacchisti ghedesi, poiché con i suoi colleghi non trova più stimoli!!

Ahimé, i nostri soccombevano nonostante piani strategici e tattici soperiori ai loro titolati avversari i quali torvavano per caso delle mosse vincenti! E turno dopo turno si delineava il vincitore! A difendere gli scacchi bresciani rimanevano solo Poletti e Testa che, in semifinale, se la vedevano rispettivamente con Kramnik e Caruana.

Sfide memorabili: il Nostro CM si imponeva sul russo con una inglese poco conosciuta dal suo avversario che soccombeva quasi sin dalle prime mosse d’apertura. Mentre Caruana sorpreso dalla Variante Ghedese dell’Apertura Italiana entrava in un finale di Donne con tre pedoni di vantaggio, ma un imponderabile sacrificio di Donna con conseguente sottopromozione a Cavallo del Nostro Vicepresidente metteva fine ai suoi sogni di raggiungere la prestigiosa finale.

Peccato che tanti Campioni non siano rimasti ad osservare il Match conclusivo tra i due nostri eroi che si sono sifdati in un numero imprecisato di partite tutte a favore del CM Poletti per la stizza del Vicepresidente che, dopo ogni sconfitta, non si arrendeva e reclamava ancora una partita, mentre il presidente e l’arbitro analizzavano una variante di un’apertura a loro sconosciuta concludendo alla fine che “tanto chi la gioca questa?”.

Che dire, una serata per coraggiosi: val sempre la pena essere presenti!!

IL PREMIO OMBRA

 

Ci risiamo! Qualcuno, voci di Circolo sussurrano che sia stato un giocatore di dama curioso imbucatosi di soppiatto, ha anche provato ad eludere la fatidica domanda, che aleggiava con insistenza non appena la porta del Circolo si è aperta ai primi soci, ignari del tranello che l’agonismo stava loro tendendo!
Allo scoccare delle 22:00, quando era ormai chiaro che le analisi delle partite non erano poi questioni organizzative di cotanta importanza, la domanda si è imposta imperiosamente: “Facciamo un Torneo?”. La risposta, ahimè, non ammetteva opzioni! C’è chi afferma di aver udito qualcuno chiedere cosa ci fosse in premio, ma altre testimonianze assicurano che in quel preciso istante hanno visto un giocatore di dama uscire dal Circolo!
Settati gli orologi alla cadenza di 3’+2”, il Torneo si dimostrava subito molto combattivo, con tre vittore del Nero il che lasciava presagire che ben pochi armistizi si sarebbero firmati. Fino all’ultimo turno, infatti, nessuna patta veniva siglata e per tutto il Torneo il Nero si imponeva sul Bianco per 13 a 8. I soci, per giustificare questo dato hanno vivamente negato che il tratto iniziale sia un vantaggio per il Bianco!!!
La classifica finale vedeva Poletti Fausto imporsi con un autorevole 6 su 6, secondo con 4 su 6 si piazzava Testa Italo, terzo solo per spareggio tecnico con 3 su 6 Paglia Angelo.
L’ultimo aneddoto di questa bella serata: nessuno dei soci ha visto il Vincitore uscire dal Circolo. Si dice che sia ancora in attesa di ricevere il premio!!

UN DOPPIO GIRONE EROICO

 

Al Circolo degli Scacchi di Ghedi, oramai, il Torneo serale è diventato consuetudine irrinunciabile del martedì sera, tanto che in quelle rare occasioni che non si è abbastanza c’è qualcuno che propone comunque di fare un torneo, magari un triangolare con triplo turno e armageddon finale!!
Facezie a parte, il punto è che di tutti questi avvenimenti di Circolo non se ne conserva traccia. Così c’è chi reclama la vittoria in un torneo che non si è mai disputato, oppure chi nella nebbia della memoria si ricorda di aver fatto 6 punti in un torneo a cinque turni… e altro ancora che costituisce il patrimonio delle leggende di ogni circolo.
Per ovviare a tale lacuna abbiamo deciso di inaugurare questa pagina, dove si narreranno le gesta memorabili dei soci nei tornei serali d’occasione.
Per cominciare vi diamo conto del Torneo del 5 Novembre, che metteva in palio nientemeno che una grattugia multifunzione. Il Torneo partito con un girone singolo alla cadenza di 5’+3” si è trasformato subito in un doppio girone con ritorno giocato alla cadenza di 3’+2”. Alla fine ha trionfato il CM Poletti Fausto, il più costante in tutti e due i turni, mentre secondo si è piazzato Testa Italo autore di un pessimo girone di andata e di un superlativo girone di ritorno. Terzo, infine, risultava Paglia Angelo.
Riportiamo la classifica finale e mi raccomando tutti presenti per il prossimo Torneo!!

© 2014 Frontier Theme