PARTITA DEL MESE DI SETTEMBRE

L’Ucraina ha sfornato grandissimi campioni e ancor oggi continua a farlo; Maestri assoluti del calibro di Vassily Ivanchuk, Leonid Stein, Alexander Baliavsky, Andrei Volotkin. Il nostro Candidato Maestro, tuttavia, questo mese ci presenta una partita dell’ucraino A. Kosikov, scacchista non ai più alti livelli. In questo incontro del 1974, alla guida dei pezzi Bianchi contro l’israeliano B. Kogan, orchestra un attacco al Re da manuale.
Sede della sfida è Leopoli (Lvov in russo, Lviv in ucraino). Leopoli è la culla dell’Ucraina, dove lingua e cultura nazionale sono sopravvissute durante le varie occupazioni. Si trova a 70 Km dalla Polonia, presenta dei centri urbani completamente trasformati durante l’era sovietica. Steven Spielberg girò alcune parti del film Schindler’s List nel centro della città. Nel 2016 ha ospitato il Match per il Campionato del Mondo Femminile tra la Hou Yifan e Marija Muzyčuk. Leopoli, a partire dal 1998, è nella lista dell’Unesco tra le città patrimonio dell’Umanità: è chiamata la ‘Piccola Parigi d’Ucraina’.
In anticipo sui tempi, i due protagonisti di questa bella partita decisero alla scacchiera di giocare la Difesa Francese!

Non avendo trovato un video che commenti la partita, spero vi possano essere d’aiuto le note di un poco di buono e giocatore per caso.

L'idea di fondo della variante Tarrasch, che prende il nome dal campione tedesco Siegbert Tarrasch (1862-1934), è proteggere il Pe4 con il Cavallo senza dover temere una fastidiosa inchiodatura dell'Alfiere nero avversario (come nella variante Nimzowitsch). Infatti, ad Af8-b4 il Bianco può ora rispondere con l'ovvia mossa Pc2-c3. La variante presenta però un punto debole, ovvero l'ostruzione momentanea che l'Alfiere camposcuro bianco subisce proprio a causa del Cavallo amico.

Dopo questa mossa è evidente che il guadagno del pezzo attraverso la forchetta di pedone è solo momentaneo. La Donna minaccia di arrivare in g5, formare una batteria con il Cavallo in f5 sul punto g7, che è anche un difensore molto importante del Cavallo f6. Da notare come tutti i pezzi bianchi siano disposti armonicamente per un attacco sull'ala di Re, mentre quest'ultima a parte il Cavallo in f6 non ha difensori.

Con questa sottile mossa il Bianco taglia fuori l'Alfiere camposcuro del Nero dalla difesa. Anche catturando il pedone, l'Alfiere non potrebbe rientrare in gioco perché sottoposto all'inchiodatura della Torre in c1. Dopo la successiva cattura del Cavallo in f3, l'attacco diventa fortissimo.